La Chiesa ed il dialogo con gli ebrei

Una delle maggiori rivoluzioni del 20mo secolo è stata la rivoluzione nelle relazione fra cattolici ed ebrei.

Nel 1965, come frutto del Concilio Vaticano II, la Chiesa cattolica pubblicò un documento “Nostra Aetate” che ridefinì l’attitudine della Chiesa verso i membri di altre religioni. Il 4o paragrafo di questo documento, è il paragrafo più lungo di tutti e segna l’inizio di una nuova epoca nei rapporti fra Chiesa e popolo ebraico.

Circa 50 anni dopo, il risultato è un continuo dialogo con gli ebrei e un graduale aumento di reciproco rispetto e comprensione. Fra i temi più importanti di questo dialogo con gli ebrei ci sono i seguenti punti:

– le radici ebraiche del cristianesimo, e l’eredità comuna dell’Antico Testamento, le scritture di Israele;

– l’identità giudaica di Gesù dei suoi discepoli e della Chiesa primitiva;

– la necessità di pentimento da parte della Chiesa per tutti quei cristiani che hanno screditato e agito male nei confronti degli ebrei per secoli;

–  l’identificazione di obiettivi comuni che permettano a cristiani ed ebrei di lavorare insieme per un mondo migliore.

Le relazioni fra cattolici ed ebrei si sono generalmente sviluppate in quei paesi in cui gli ebrei costituiscono una minoranza. Oggi nello stato di Israele ci si trova di fronte ad una situazione senza precedenti: una maggioranza ebraica al potere in un paese dove i cattolici sono solo una piccola minoranza.

I documenti più importanti pubblicati dalla Chiesa per lo sviluppo dei rapporti fra cattolici ebrei:

–          Il Concilio Vaticano II, “Nostra Aetate- Dichiarazione sulle relazioni della Chiesa con le religioni non cristiane” (1965)

http://www.vatican.va/archive/hist_councils/ii_vatican_council/documents/vat-ii_decl_19651028_nostra-aetate_it.html

–          Commissione della Santa Sede per i rapporti religiosi con l’Ebraismo, “Orientamenti e Suggerimenti per l’Applicazione della Dichiarazione Conciliare Nostra Aetate ” (n. 4) (1974)

http://www.vatican.va/roman_curia/pontifical_councils/chrstuni/relations-jews-docs/rc_pc_chrstuni_doc_19741201_nostra-aetate_en.html

–          Commissione della Santa Sede per i rapporti religiosi con l’Ebraismo,, “Circa una corretta presentazione degli Ebrei e dell’Ebraismo nella Predicazione e nella Catechesi della Chiesa cattolica” (1985)

http://www.vatican.va/roman_curia/pontifical_councils/chrstuni/relations-jews-docs/rc_pc_chrstuni_doc_19820306_jews-judaism_en.html

–          Commissione della Santa Sede per i rapporti religiosi con l’Ebraismo, “Noi ricordiamo: Una Riflessione sulla Shoah”

http://www.vatican.va/roman_curia/pontifical_councils/chrstuni/documents/rc_pc_chrstuni_doc_16031998_shoah_it.html

–          Pontificia commissione biblica, Il popolo ebraico e le sue Sacre Scritture nella Bibbia cristiana (2001)

http://www.vatican.va/roman_curia/congregations/cfaith/pcb_documents/rc_con_cfaith_doc_20020212_popolo-ebraico_it.html

Inoltre dalla prospettica della Chiesa in terra santa:

Piano pastorale generale, “Rapporti con i credenti di altre religioni”

http://ejournals.bc.edu/ojs/index.php/scjr/article/view/1360/1270