Ospedali cattolici in terra santa

I numerosi ospedali cattolici in terra santa sono rappresentatvi della presenza visibile e del lavoro della Chiesa in queste zone. Tutti possono trarne beneficio, ed offrono serivizi di qualità a tutti, indipendentemente dai loro mezzi.

Ci sono 11 ospedali gestiti da istituti religiosi, o con personale religioso – locali o missionari: 4 in Giordania, 4 in Israele e 3 in Palestina.

Giordania:

– L’ospedale maternity di Irbid fondato nel 1952 e amministrato dale suore basiliane chourite Greco cattoliche

-L’ospedale e la maternità di Irbid amministrati dale suore del rosario.

– L’ospedale italiano di Amman, amministrato dall’ “Associazione Nazionale per Soccorrere i Missionari Italiani” fondato nel 1925.

-L’ospedale italiano di Kerak, amministrato dall’ “Associazione Nazionale per Soccorrere i Missionari Italiani”, fondato nel 1933. Vi lavorano le Pie Madre della Nigrizia (Comboni).

Israele:

– L’ospedale San Luigi di fronte a Porta Nuova nella zona ovest di Gerusalemme, fondato nel 1879 e retto dalle suore di san Giuseppe dell’Apparizione. Una struttura che accoglie in particolari pazienti allo stato terminale.

– L’ospedale della Santa Famiglia a Nazareth fondato nel 1879 e gestito dai fratelli di San Giovanni di Dio e le suore di “Maria Bambina”

-L’ospedale san Vincenzo de Paoli a Nazareth gestito dall suore di San Vincenzo de Paoli

– L’ospedale italiano di Haifa amministrato dall’ “Associazione Nazionale per Soccorrere i Missionari Italiani”, fondato nel 1935. Vi lavorano le suore francescane missionarie del Cuore Immacolato di Maria.

Palestina:

-L’ospedale della Santa Famiglia a Betlemme fondato nel 1886 gestito dale suore di san Vincenzo de Paoli e dall’Ordine di Malta

-L’ospedale san Giuseppe a Sheikh Jarrah nella zona este di Gerusalemme, gestito dale suore di san Giuseppe dell’Apparizione.

-Il Caritas Baby Hospital fondato nel 1968 grazie alle Caritas di Svizzera e Germania. Retto dalle suore francescane di santa Elisabetta da Padova