Il patriarca Bartolomeo: il papa a Gerusalemme

Il patriarca greco ortodosso di Costantinopoli Bartolomeo ha spiegato a ZENIT, l’agenzia di stampa cattolica, l’importanza del prossimo pellegrinaggio di papa Francesco in terra santa.

Il patriarca ha detto in un intervista che papa Francesco e lui celebreranno lo storico incontro del patriarca ecumenico Atenagora e papa Paolo VI sul monte degli olivi nel gennaio del 1964, la prima volta in cui il papa di Roma ed il patriarca della nuova Roma si sono incontrati faccia a faccia dopo il cosiddetto “Grande Scisma” del 1054. L’evento ha portato nel 1965 ad un “annullamento degli anatemi reciproci”. A partire dale 1969 questa nuova tendenza fu rinforzata tramite visite formali annuali fatte da rispettive delegazioni, sino a che nel 1979 si arrivò alla creazione di una commissione internazionale per il dialogo fra le due  Chiese… “è nostra speranza fervente preghiera che l’incontro con papa Francesco possa rinforzare le buone relazioni fra la Chiesa cattolica romana e quella ortodossa”

È possibile leggere tutta l’intervista qui:

http://www.zenit.org/it/articles/dopo-roma-gerusalemme-e-forse-istanbul